SERVIZIO CLIENTI 339 8073604 oppure 085 8992161
Spedizioni in 24/72h GRATUITE IN TUTTA ITALIA per ordini superiori a 49€

Cerca tra oltre 9000 prodotti:

CARRELLO
vuoto
Il carrello è vuoto

MUCOSOLVAN*NEBUL 6F 15MG 2ML

Codice: 024428043
Prezzo Farmattiva.it:
€ 9,35
Seleziona quantità:
Farmaci da banco
La nostra farmacia è autorizzata dal Ministero della Salute alla vendita di medicinali senza obbligo di ricetta (SOP e OTC)

 

DENOMINAZIONE:
MUCOSOLVAN 15 MG/2 ML SOLUZIONE DA NEBULIZZARE

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:
Espettoranti, escluse le associazioni con sedativi della tosse; mucoli tici.

PRINCIPI ATTIVI:
Ambroxolo cloridrato.

ECCIPIENTI:
Acido citrico, fosfato bisodico, sodio cloruro, acqua per preparazioni iniettabili.

INDICAZIONI:
Trattamento delle turbe della secrezione nelle affezioni broncopolmona ri acute e croniche.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR:
Ipersensibilita' al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipien ti; gravi alterazioni epatiche e renali.

POSOLOGIA:
>>Uso inalatorio.
Adulti: 2-3 fiale al giorno.
Bambini fino ai 5 anni: 1-2 fiale al giorno.
Bambini oltre i 5 anni: 2-3 fiale al giorno.
Il farmaco soluzione da nebulizzare puo' essere utilizzato in vari appare cchi per inalazione.
E' miscibile con soluzioni fisiologiche saline e se ne consiglia la diluizione in parti uguali (rapporto 1:1) per otten ere un'umidificazione ottimale dell'aria emessa dall'inalatore.
Il far maco soluzione da nebulizzare non deve essere miscelata con altre solu zioni la cui miscela risultante abbia un pH maggiore di 6,3, come per esempio soluzioni alcaline per nebulizzazione (sali di Emser).
A causa dell'aumento di pH puo' verificarsi la precipitazione della base libe ra dell'ambroxolo cloridrato o l'intorbidamento della soluzione.
Poich e' l'inalazione di per se' puo' comportare tosse, si raccomanda di res pirare normalmente durante l'inalazione.
Si consiglia di riscaldare la soluzione fino alla temperatura corporea prima dell'inalazione.
In pa zienti affetti da asma bronchiale si raccomanda di somministrare il co nsueto broncospasmolitico prima dell'inalazione.
Nelle affezioni respi ratorie acute, rivolgersi al medico se i sintomi non migliorano o pegg iorano durante il trattamento con il medicinale.

CONSERVAZIONE:
Questo medicinale non richiede alcuna condizione particolare di conser vazione.

AVVERTENZE:
L'ambroxolo cloridrato deve essere somministrato con cautela nei pazie nti portatori di ulcera peptica.
In caso di funzione renale compromess a, il medicinale puo' essere usato solo dopo aver consultato il medico .
Questo medicinale contiene meno di una mmole di sodio (23 mg) per si ngola dose raccomandata, cioe' e' essenzialmente privo di sodio.
Sono stati segnalati casi di reazioni cutanee gravi quali eritema multiform e, sindrome di Stevens-Johnson (SJS)/necrolisi epidermica tossica (TEN ) e pustolosi esantematica acuta generalizzata (AGEP) associati alla s omministrazione di ambroxolo cloridrato.
Se sono presenti sintomi o se gni di rash cutaneo progressivo (talvolta associato a vesciche o lesio ni della mucosa), il trattamento con ambroxolo cloridrato deve essere interrotto immediatamente.
La maggior parte di queste reazioni potrebb e essere spiegata dalla gravita' di malattie sottostanti o da altri fa rmaci concomitanti.
Inoltre nella fase iniziale della sindrome di Stev ens Johnson o della necrolisi epidermica tossica (NET), i pazienti pot rebbero inizialmente avvertire dei sintomi non specifici simili a quel li dell'influenza, come per esempio febbre, brividi, rinite, tosse e m al di gola.
A causa di questi sintomi fuorvianti e' possibile che veng a intrapreso un trattamento sintomatico con una terapia per la tosse e il raffreddore.

INTERAZIONI:
A seguito della somministrazione di ambroxolo le concentrazioni di ant ibiotici (amoxicillina, cefuroxima, eritromicina) nelle secrezioni bro ncopolmonari e nella saliva risultano incrementate.
Non sono state rip ortate interazioni con altri medicinali.

EFFETTI INDESIDERATI:
Le reazioni avverse sono di seguito elencate per classificazione per s istemi e organi e per frequenza, secondo le seguenti categorie: molto comune >= 1/10; comune >= 1/100, < 1/10; non comune >= 1/1.000, < 1/10 0; raro >= 1/10.000, < 1/1.000; molto raro < 1/10.000; non nota.
Distu rbi del sistema immunitario.
Raro: reazioni di ipersensibilita'; non n ota: reazioni anafilattiche tra cui shock anafilattico, angioedema e p rurito.
Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo.
Raro: rash, o rticaria; non nota: reazioni avverse cutanee gravi (tra cui eritema mu ltiforme, sindrome di Stevens-Johnson/ necrolisi epidermica tossica e pustolosi esantematica acuta generalizzata).
Patologie del sistema ner voso.
Comune: disgeusia.
Patologie gastrointestinali.
Comune: nausea, ipoestesia orale; non comune: vomito, diarrea, dispepsia, dolore addom inale, secchezza della bocca; raro: secchezza della gola.
E' stata seg nalata anche pirosi.
Patologie respiratorie, toraciche e mediastiniche .
Comune: ipoestesia faringea.
La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale e' imp ortante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto bene ficio/rischio del medicinale.

counter
Condividi su:
Facebook Twitter
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Iscriviti alla newsletter di Farmattiva.it per essere sempre aggiornato su offerte e promozioni.
Ultime offerte